bio

MICHELE PASCARELLA 









ufficio stampa e comunicazione di progetti artistici e culturali 

Dal 2014 è responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa di Lenz Fondazione (Parma) e della Compagnia Simona Bertozzi | Nexus Factory (Bologna), dal 2015 del Teatro dell’Orsa e dalla sua inaugurazione, nel 2019, della Casa delle Storie (Reggio Emilia). 

Dal 2018 cura l’ufficio stampa del Reggio Film Festival (Reggio Emilia) e del suo Direttore Artistico, il regista Alessandro Scillitani. 

Dal 2019 è responsabile dell’ufficio stampa di Ibrida – Festival delle Arti Intermediali (Forlì). 

Per durate e periodi diversi, tra il 2013 e il 2019 ha curato l’ufficio stampa (in o.a.) di:
Bevano Est (Cesena)
Festival Crisalide a cura di Masque teatro (Forlì)
Festival di filosofia Praxis a cura di Masque teatro (Forlì)
Festival Homunculus a cura di Francesca Proia (Ravenna)
Festival Periferico a cura di Collettivo Amigdala (Modena)
Jacopo Jenna (Firenze)
Kinkaleri (Prato)
Laura Gambi (Ravenna)
Luigi D’Elia (Brindisi)
Masque teatro (Forlì)
Max Penombra (Ravenna)
Proposta di intitolazione del teatro di Vallo della Lucania (SA) a Leo de Berardinis
Rassegna Favolando per le valli (Bologna)
Rassegna Mentre Vivevo a cura di quotidiana.com (Poggio Torriana - RN)
Rassegna Sottili Innesti Amorevoli a cura di Chiara Tabaroni (Sassoleone – BO)
Rassegna VocAzioni (Bologna)
Riccardo Varini (Reggio Emilia)
Teatro Nucleo (Ferrara)
Tommaso Rossi (Verona)
Totem Arti Festival a cura di Teatro Nucleo (Ferrara) 


critico e studioso di teatro, danza e arti visive. Curioso di altre arti 

Si interessa in particolare delle rivoluzioni del Novecento e delle contaminazioni fra le diverse pratiche artistiche. Grazie al DAMS di Bologna scopre il mondo delle arti visive contemporanee: autori sorprendenti e opere luminose che hanno attraversato gli ultimi cento anni. E forse qualcuno in più. 

Dal 2012 scrive sulla rivista cartacea e online Gagarin Orbite Culturali, in rappresentanza della quale dal 2019 è membro del network nazionale Rete Critica. 

Dal 2014 è fra i redattori della rivista cartacea Hystrio. Trimestrale di teatro e spettacolo. 

Dal 2012 al 2016 ha collaborato con la rivista online Artribune, dal 2013 al 2016 con la rivista cartacea Teatri delle Diversità. 

Dal 2015 propone Opere aperte, laboratorio sullo sguardo per adulti a partire dall’arte contemporanea. 

Nel 2017 ha pubblicato, per Titivillus Editore, il libro Racconti su un attore operaio. Luigi Dadina nel Teatro delle Albe. 

Dallo stesso anno è consulente artistico del Festival internazionale di performing arts Natura Dèi Teatri (Parma). 

Questo blog è semplicissimo

Nei link a destra si trovano, costantemente aggiornati, gli articoli (presentazioni, recensioni, interviste, ...) che pubblico sulle quattro riviste con cui collaboro / ho collaborato.

In basso a destra c'è il mio indirizzo mail.

Qui sotto la proposta di una piccola cosa buona.

Buona lettura.

Opere aperte. Laboratorio di sguardo


allenarsi a incontrare il mondo
attraverso l'arte contemporanea


,.
Maurizio Cattelan



PERCHÉ
Per accorgerci che il modo in cui guardiamo le cose cambia le cose.
Per «guardarsi guardare», direbbe Maurice Merleau-Ponty.


COSA SI FA
Si curiosa fra luminose esperienze di arte pubblica, dalle Avanguardie a oggi.
Se ne parla, attraverso una quantità di ottimi esempi.
Si fanno alcuni piccoli esercizi di sguardo.


COME
Tre incontri di due ore.

  • Primo incontro: Avanguardie storiche
  • Secondo incontro: Anni Sessanta e Settanta
  • Terzo incontro: I nostri giorni

Il tempo volerà. Promesso.


CON CHI
Adulti curiosi.